QUELLO CHE SAPPIAMO DELLA MATERIA

Fisica quantistica Egidio Flamini Pianoforte
“Per adesso, questo è quello che sappiamo della materia. Una manciata di tipi di particelle elementari, che vibrano e fluttuano in continuazione fra l’esistere e il non esistere, pullulano nello spazio anche quando sembra non ci sia nulla, si combinano assieme all’infinito come le venti lettere di un alfabeto cosmico per raccontare l’immensa storia delle galassie, delle stelle innumerevoli, dei raggi cosmici, della luce del sole, delle montagne, dei boschi, dei campi di grano, dei sorrisi i ragazzi alle feste, e del cielo nero stellato la notte.”
CARLO ROVELLI, SETTE BREVI LEZIONI DI FISICA, ADELPHI EDIZIONI

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.